L’articolo 31 comma 1 della Legge 300/70 (Statuto dei Lavoratori) stabilisce che i lavoratori nominati giudici popolari presso le corti d’assise, in quanto titolari di una funzione pubblica elettiva, possono essere collocati in aspettativa non retribuita.

Ricordiamo che il giudice popolare è il componente non togato nelle corti di assise dei processi penali ed il suo ufficio è obbligatorio, salvo presentare specifica e documentata istanza di esonero al Presidente della Corte d’Appello competente.
Durante il periodo di aspettativa l’interessato conserva il diritto al trattamento di assistenza sanitaria in caso di malattia. Egli, inoltre, può richiedere che il periodo di aspettativa venga considerato utile ai fini pensionistici.
Durante l’aspettativa maturano l’anzianità di servizio e il Trattamento di Fine Rapporto.

Hai bisogno di un Consulente del lavoro?

Scopri i nostri servizi
Contatta lo Studio