In materia di sicurezza e infortuni sul lavoro, la Corte di Cassazione ha condannato il costruttore di un macchinario per l’infortunio occorso al lavoratore dell’impresa acquirente. L’infortunio, avvenuto mentre gli operai trasportavano il macchinario mediante un supporto non idoneo a tale attività, ma venduto dal fornitore con il macchinario stesso, ha causato uno stop di 400 giorni al lavoratore.

Nella Sentenza n. 4334 del 2 febbraio 2016, i giudici della Corte Suprema hanno individuato nel costruttore il responsabile dell’infortunio, in quanto nella certificazione sulla sicurezza rilasciata dal costruttore, pur non contenendo alcun esplicito riferimento al supporto, non veniva nemmeno indicata l’inidoneità del supporto (una base con delle ruote piroettanti) ad effettuare lunghi spostamenti. Tale negligenza rende il produttore responsabile in pieno dell’infortunio.

Sentenza:

Corte di Cassazione – n. 4334 del 2 febbraio 2016