Tredicesima mensilità o gratifica natalizia: Un istituto contrattuale di 78 anni!

La tredicesima mensilità, detta anche gratifica natalizia, era in origine un’elargizione del datore di lavoro ai propri dipendenti, riconosciuta senza alcun vincolo di obbligatorietà, in occasione delle festività natalizie.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del 5 agosto 1937 ha introdotto per la prima volta l’obbligo di corresponsione di una mensilità aggiuntiva, rispetto alle 12 annuali, agli impiegati dell’Industria e l’Accordo Interconfederale per l’industria del 27 ottobre 1946 ha esteso il trattamento, denominandolo gratifica natalizia, anche agli operai.

Solo nel 1960 con il D.P.R. 1070 l’accordo relativo alla gratifica natalizia è stato reso efficace ERGA OMNES (dal greco: nei confronti di tutti)

L’entità della gratifica natalizia era in origine diversa per impiegati ed operai ma la contrattazione collettiva, con l’introduzione dell’inquadramento unico, ha commisurato la gratifica natalizia ad una mensilità di retribuzione globale di fatto, da erogare  nel mese di dicembre a tutti i lavoratori dipendenti nel periodo che precede le festività natalizie.

Essendo antecedente al periodo natalizio ha una grande importanza sull’andamento dei consumi nel mese di dicembre.