Illegittimo il licenziamento

La Corte ha ritenuto illegittimo il licenziamento di un lavoratore, in base al fatto che questi aveva abbandonato il posto di lavoro senza attendere l’arrivo del collega del turno successivo, lasciando così scoperto il servizio di sorveglianza.
L’abbandono del posto di lavoro costituisce di regola giusta causa o giustificato motivo soggettivo di licenziamento secondo la disciplina contrattuale; ma nel caso specifico, essendo l’azienda a conoscenza dell’assenza del lavoratore del turno successivo e pur avendo provato a sostituirlo, ciò impediva alla stessa di licenziare il lavoratore  del turno precedente, tanto più che questi aveva dato la propria disponibilità a coprire almeno un’ora delle due che rimanevano scoperte, offerta che l’azienda aveva rifiutato.

Sentenza:

Corte di Cassazione – n. 16009 del 11.07.2014