Operazioni di vestizione e dismissione indumenti di lavoro – Predefinizione datoriale di tempi luoghi e obbligatorietà – Diritto del lavoratore a retribuzione.

La regola secondo cui “è considerato lavoro effettivo ogni lavoro che richieda una occupazione assidua e continuativa” non preclude che il tempo impiegato per indossare la divisa sia da considerarsi lavoro effettivo, e debba essere pertanto retribuito, ove tale operazione sia diretta dal datore di lavoro, il quale ne disciplina il tempo e il luogo di esecuzione, ovvero si tratti di operazioni di carattere strettamente necessario ed obbligatorio per lo svolgimento dell’attività lavorativa
Nel caso di specie il lavoratore ha richiesto il pagamento della retribuzione per il tempo impiegato per indossare e dismettere, alla fine e all’inizio della prestazione, gli indumenti di lavoro, deducendo che solo dopo averli indossati ed essere transitato per un tornello con marcatura del badge, poteva accedere al luogo di lavoro dove veniva meccanicamente rilevato l’orario di ingresso.

Sentenza:

Corte di Cassazione – n. 801 del 16 gennaio 2014